Cosa sono i tensioattivi?

Partiamo dall’ovvio: l’acqua da sola non basta per pulire. Questo accade perché lo sporco è fondamentalmente “grasso” e non viene “attirato” dall’acqua. Per questo vengono utilizzati i tensioattivi, sostanze in grado di attirare sia lo sporco che l’acqua, così da essere in grado di prelevare lo sporco e trasportarlo via con l’acqua.

I tensioattivi più diffusi

Sicuramente avrai sentito parlare di SLES (Sodium Laureth Sulfate) e di SLS (Sodium Lauryl Sulfate). Innanzitutto lo SLES non è sostenibile: il suffisso -ETH indica una reazione chimica di etossilazione, ovvero, deriva dal petrolio.

Entrambi, poi, sono molto potenti e vengono usati in grande quantità: questo li rende aggressivi, dato che non distinguono il grasso dello sporco dal grasso dell’epidermide e quindi attaccano la nostra pelle provocando irritazioni e secchezza. Per questo abbiamo preferito soluzioni alternative.

●  DISODIUM COCOAMPHODIACETATE

È un tensioattivo in parte di origine vegetale, in parte di sintesi, derivato dal cocco. È estremamente delicato e ben tollerato dalla cute, non è tossico, non è irritante, inoltre è altamente biodegradabile.

●  DECYL GLUCOSIDE e LAURYL GLUCOSIDE

Sono tensioattivi a base di olio di cocco e glucosio, vegetali e particolarmente delicati, oltre che ecologicamente sicuri grazie alla loro alta biodegradabilità e sostenibilità. Inoltre, questi tensioattivi possono essere utilizzati assieme ad altri potenzialmente irritanti, per ridurne il potenziale di irritazione e aumentare così la loro sicurezza.

●  SODIUM COCO SULFATE

È un tensioattivo vegetale di un’origine naturale (dall’olio di cocco) ed è biodegradabile, garantendo così un bassissimo impatto sugli ecosistemi. È parente dell’SLS, dato che il processo di creazione è identico, ma è composto da molecole più grandi che non sono in grado di penetrare in profondità nell’epidermide e danneggiarla.

  CAPRYLOYL / CAPRYL METHYL GLUCAMIDE

È un tensioattivo verde incredibilmente potente, composto al 95% da materiali a base biologica come lo zucchero.
Con questo innovativo co-tensioattivo, si ottiene il perfetto equilibrio tra ecologia e prestazioni, perché è potente, ma non danneggia la pelle dell’utilizzatore o l’ecosistema.

Contiene olio di palma di derivazione certificata:

il certificato RSPO è il principale standard di sostenibilità nel settore a livello mondiale e garantisce l’uso di olio derivato da coltivazioni gestite secondo criteri di sostenibilità ambientale e sociale.

●  POTASSIUM OLEATE

ll potassium oleate è un sapone di origine naturale ottenuto grazie alla saponificazione dell’olio. Questo delicato tensioattivo è verde in quanto non presenta tossicità a lungo termine, è altamente biodegradabile ed anche sostenibile.

Altri ingredienti che utilizziamo:

●  TETRASODIUM GLUTAMATE DIACETATE

È un chelante il cui compito è di evitare che all’interno del prodotto si formino dei precipitati che possano alterarne la stabilità. È un ingrediente verde che rende innocui gli ioni metallici. E’ facilmente biodegradabile.

●  SODIUM BENZOATE

È un chelante il cui compito è di evitare che all’interno del prodotto si formino dei precipitati che possano alterarne la stabilità. È un ingrediente verde che rende innocui gli ioni metallici. E’ facilmente biodegradabile.

●  POTASSIUM SORBATE

È un conservante considerato innocuo, poiché viene metabolizzato nel corpo umano attraverso acqua e CO2. Protegge i prodotti cosmetici da lieviti e funghi ed è molto compatibile con la pelle.